L’Afragolese ritorna al successo battendo la Vis Artena per 4-3 cancellando così le sconfitte contro Nuova Florida e Torres e consolidando il posizionamento play-off.

Afragolese: primo tempo all’insegna della C 2

Il primo tempo dell’Afragolese è stato contrassegnato dai gol della coppia C 2, cioè Caso Naturale e Celiento che hanno messo subito la gara sui binari giusti.

Solo 5 minuti e rossoblù già in vantaggio con Caso Naturale, il quale ha sfruttato di testa al meglio l’assist di Celiento.

Lo stesso Celiento dopo aver avuto due buone occasioni alla terza non ha mancato l’appuntamento con il gol. Al 34′ servito da Cordato è entrato in area ed ha trafitto il portiere laziale per il 2-0.

Prima del rientro negli spogliatoi la Vis Artena ha accorciato le distanze con Odianose, gol contestato dai padroni di casa.

Longo si riprende la vetta dei marcatori

Mancava all’appello goleador Longo, che però non è voluto essere da meno dei compagni di reparto e al 54′ ha siglato il 3-1 riprendendosi anche la vetta solitaria della classifica marcatori staccando Scotto.

Afragolese che ha chiuso la pratica al 73′. Caso Naturale ha servito Celiento, doppio dribbling e doppietta personale per il “Marziano”.

Le distrazioni finali dei padroni di casa hanno permesso alla Vis Artena di portarsi fino al 4-3 con le reti di Taviani all’83’ e Sfanò al 94′.

Vittoria che ridà morale

La vittoria di oggi ridà morale all’Afragolese ma soprattutto regala tre punti fondamentali per la corsa ai play-off approfittando anche della sconfitta dell’Ostia Mare.

La compagine rossoblù dovrebbe solo trovare un giusto equilibrio di risultati perchè ha una rosa di primissimo livello che può competere con chiunque. Ma oggi si festeggia, da domani testa alla prossima sfida.