Il Giugliano dopo la stupenda prestazione nel derby contro la Turris vinto per 4-1 vola a Messina per dare continuità ai risultati fin qui ottenuti.

Giugliano: alla ricerca del secondo successo di fila

Il Giugliano è stato in questo inizio di stagione del Girone C di Serie C la rivelazione del campionato, la neopromossa che si ritrova in una posizione di classifica ottimale con i suoi 8 punti (che potevano anche essere di più), in cinque giornate.

E’ reduce dalla sontuosa vittoria nel derby contro la Turris per 4-1, squadra quella corallina che prima di incontrare i tigrotti era ancora imbattuta.

Quello che manca alla squadra gialloblù è la continuità di successi, infatti non ha ancora conquistato due vittorie di fila ed è proprio questo che cercherà domani contro il fanalino di coda ACR Messina, che chiude la graduatoria con un solo punto.

Un match da non sottovalutare

Quello di domani può sembrare sulla carta il match che può essere dominato dal Giugliano ed è proprio questo il pericolo più grande che può correre la squadra giuglianese se cala l’intensità, perchè se è facile trovare stimoli contro le big si sa che la mente può giocare brutti scherzi contro compagini di pari o inferiore livello.

L’ACR Messina ha avuto un calendario difficilissimo nelle prime giornate ed è allenata da un maestro della categoria come Auteri, quindi non va assolutamente snobbato altrimenti si potrebbe cadere in una brutta trappola.

In questo caso è una garanzia il tecnico Di Napoli, che sa come lavorare sulla testa dei propri calciatori e tirare fuori il meglio da ognuno di loro.

La probabile formazione

Di solito si dice che squadra che vince non si cambia, ma il Giugliano domani sarà costretto per forza di cose a cambiare qualcosa a causa della ingiusta squalifica di Biasiol, in più ci sarà il rientro di Sassi dopo l’impegno con la nazionale Under 20.

Di Napoli potrebbe comunque confermare tra i pali Viscovo che benissimo si è comportato contro la Turris e sostituire il difensore croato con Scanagatta avendo così sempre lo stesso numero di giovani in campo, oppure riportare il portiere di scuola atalantina tra i pali. Questi sembrano essere gli unici dubbi di formazione.

Per il resto si dovrebbe rivedere Zullo al centro della difesa con Ciro Poziello e sulle fasce Iglio ed Oyewale; il centrocampo che benissimo si sta comportando non dovrebbe subire variazioni con Ceparano, De Rosa e Gladestony.

In attacco la coppia formata da Piovaccari e Salvemini dà ampie garanzie anche se Nocciolini dopo il gran gol di sabato spinge per una maglia da titolare.

Vedremo se il mister confermerà le nostre previsioni o effettuerà dei cambi negli uomini, magari facendo tirare il fiato a Salvemini e a qualche altro titolarissimo.

Sarà comunque una trasferta lunghissima, ma l’apporto dei tifosi non mancherà nemmeno sullo Stretto.