Altro nome della musica che viene a mancare in questi giorni, Giovanni Pezzoli ha avuto un enorme impatto sul mondo musicale italiano, in particolare come co-fondatore e batterista del gruppo Stadio.

Giovanni Pezzoli è morto: quanti anni aveva, malattia, moglie, gli Stadio, occhio

Giovanni Pezzoli è morto a 70 anni, essendo nato a Bologna il 14 maggio 1952.

Legatissimo alla musica fin da bambino, al punto da costruirsi una forma di “batteria rudimentale” con fustini del detersivo ed altri oggetti casalinghi, Giovanni fino a suonare cover di band molto famose, con una batteria vera, dai 13 anni.

Appena maggiorenne, inizia a suonare per i locali della propria città con la band Gli indecisi, formata da suoi amici, dopo il debutto al Palasport di Bologna, occasione in cui era presente anche Lucio Dalla.

Con il compianto cantautore emiliano formerà nel corso del tempo un grande rapporto professionale e di amicizia, che lo porterà a collaborare proprio con lui nelle vesti di batterista, fino al 1992, in quasi tutti gli album.

Nel 1981 Giovanni Pezzoli aveva fondato gli Stadio assieme a  Gaetano Curreri (voce e tastiera), Roberto Drovandi (basso), Andrea Fornili (chitarra), band che conta quasi 30 album pubblicati, che nel 2016 ha vinto anche il Festival di Sanremo con il pezzo Un giorno mi dirai. 

Pochi giorni prima dell’esecuzione del brano nella kermesse, Giovanni Pezzoli è stato colpito da un grave malore che da allora ne ha pregiudicato la salute,  e lo ha costretto ad allontanarsi progressivamente dagli eventi della band.

Dopo un lungo ricovero Pezzoli si è spento il 29 dicembre 2022, nella sua casa in montagna. Pezzoli aveva una moglie e un figlio, di cui non si conoscono le identità in quanto la famiglia è stata da sempre molto riservata.

giovanni pezzoli