Yesterday è un film del 2019 diretto da Danny Boyle, regista già noto in tutto il mondo per i film The Millionaire (8 Oscar) e Trainspotting. Si tratta di un vero e proprio “film musicale” che si lega a doppia trama allo svilupparsi della storia romantica tra i due protagonisti, un giovane indiano e una insegnate del Suffolk, contea orientale dell’Inghilterra, che vivono entrambi in attesa di qualcosa che, almeno in parte, cambi la loro vita. Uno scenario già presente in passato nelle pellicole di Boyle, o almeno in The Millionaire, che però qui prende toni decisamente più soft e si adatta all’atmosfera delle canzoni dei Fab Four.

La trama

Jack Malik è un giovane inglese, figlio di indiani, che sbarca il lunario da addetto alla logistica e vendite in un supermercato dove è particolarmente ben voluto dai clienti. Il suo sogno però è quello di sfondare nel mondo della musica: da anni prova a farsi notare in serate nei posti più strampalati, finché Ellie, sua amica e manager da quando erano ragazzini, non gli organizza la possibilità di esibirsi in un importante festival locale. L’esibizione è un fiasco e Jack decide di abbandonare il suo sogno.

Proprio quella notte, però, un incredibile black-out planetario ferma il pianeta per qualche minuto, e con le luci tutte spente Jack finisce investito da un autobus. Si risveglia in ospedale con Ellie accanto, e alle sue dimissioni capisce di essere l’unico al mondo a ricordare le canzoni dei Beatles. Un po’ perplesso sull’opportunità di utilizzarle per arrivare al successo, si convince che sarà possibile farlo quando viene contattato niente di meno che da Ed Sheeran: comincia un viaggio attorno al mondo che lo porterà, però, anche a vivere gli aspetti negativi del successo e a compiere scelte dolorose…

Cast e aspetto tecnico

Tutti i protagonisti del film sono estremamente credibili nelle loro parti: Himesh Patel è perfetto nella sua svagatezza e ingenuità, anche nei momenti in cui il suo personaggio è costretto a dividersi tra cose che desidera allo stesso modo. Molto bene anche Lily James che continua ad alternare ottime prove in ruoli molto diversi tra loro. Menzione particolare per la splendida ed autoironica prova d’attore di Ed Sheeran, che nei panni di sé stesso lascia intravedere qualità ulteriori rispetto a quelle canore.

La regia è impeccabile, e d’altra parte sarebbe complesso attribuire qualche difetto ad un maestro come Danny Boyle. Più semplice di quanto ci si aspettasse, in Yesterday, è la sceneggiatura: non ci sono particolari vette di scrittura in una storia che, pur priva di cliché cinematografici ossessivamente ripetuti, ha uno sviluppo decisamente lineare. Le parole più belle restano quelle…dei testi dei Beatles!

Yesterday: il trailer

Yesterday: Giudizio finale

Il film merita di essere visto e goduto fino alla fine: per quanto la trama possa apparire un po’ scontata nel suo svolgersi – partendo però da una splendida e surreale idea – il percorso che accompagna i personaggi dall’inizio alla fine è coerente e appassionante, e soprattutto mai stancante. Il senso del film è trasmettere la consapevolezza che le canzoni dei Beatles siano così belle e senza tempo che avrebbero avuto un successo enorme – e sarebbero state apprezzate in tutto il mondo – in qualsiasi momento fossero state scritte.

In Yesterday ci sono almeno un paio di momenti decisamente poetici, come ad esempio l’incontro con un John Lennon mai diventato famoso e, anche per questo, ottantenne. E qualche piccolo buco di trama (perché il protagonista non riscrive e canta anche le canzoni degli Oasis, visto che sono “spariti” anche loro dalla memoria collettiva?) non lascia comunque l’amaro in bocca. Danny Boyle riesce nel virtuosismo che ha comportato girare un film sui Beatles senza mai entrare nelle pieghe di un docufilm.

Yesterday: dove vederlo

Yesterday è uno dei film disponibili nel catalogo di Amazon Prime Video: se volete vederlo, dovrete affrettarvi perché presto non sarà più disponibile. Si tratta per adesso di un esclusiva, e questo significa che non potrete trovarla su altre piattaforme di riproduzione in streaming come Disney+, Rakuten, etc. etc. e nemmeno è annunciata la messa in onda su uno dei nostri canali del digitale terrestre.